Categoria: <span>Tornei</span>

Quinta giornata con la sorpresa della vittoria di Endo su Kisenosato. Per i giapponesi potrebbe rappresentare un passaggio di consegne, dato che il Kid non ha saputo sfruttare il ruolo di Ozeki per restituire uno Yokozuna ai figli di Amaterasu dopo i tempi, ormai lontani, di Takanohana. Endo sceglie di iniziare a vincere proprio nel bout con l’Ozeki rimasto alle promesse non mantenute ed esalta la folla con un bel movimento che elude lateralmente l’attacco frontale di Kisenosato, al quale resta il vuoto davanti e lo slancio dell’attacco andato a vuoto alle spalle, simile ad una spinta che lo porta ad uscire dall’area di combattimento per inerzia, come se avesse subito un okuridashi dall’uomo invisibile.

Vincono, e restano a punteggio pieno, Hakuho, Harumafuji e Osunaarashi, tutti sul 5-0.

Vincono anche Kakuryu (4-1) , Kotoshogiku (4-1), Goeido (4-1), Chiyotoori (4-1) e Kyokutenho (4-1).

Hakuho regola Toyonoshima nel suo tipico stile aggressivo e solido, imponendo la legge del dominio mongolo in modo molto sbrigativo. Le prime giornate non sono state impegnative, a parte una lieve sbavatura iniziale, e King Kong Hakuho ha svolto un utile allenamento per il dopo Nakabi.

Restando in Mongolia, terra di immensi talenti e fortissime personalità, Harumafuji continua ad esibirsi nello shikiri della rana, come ha acutamente commentato il nostro fornitore off-shore di immagini del sumo Kintamayama, e sembra acquistare maggior sicurezza ad ogni bout. Diversamente da Hakuho, Marvel Haruma modella il suo sumo sull’avversario di turno, variando i temi offensivi e, soprattutto, il tachi-ai. La vittoria odierna su Okinoumi è il risultato di una scelta intelligente nel momento in cui l’avversario ha fatto leva sul tawara alla ricerca di un impatto di contrasto all’azione dello Yokozuna.

Parafrasando il noto spot commerciale della casa degli anelli, si potreebbe dire: Mongolia, land of Yokozuna. A rafforzare questo slogan potrebbe contribuire Kakuryu, da ribattezzare Kaku-reo di aver perso, martedì scorso, un match che potrebbe costargli la tsuna. Oggi, contro Tamawashi, l’Ozeki ha ripreso a combattere con lucidità.

Spendo poche parole sul penoso declino di Kotooshu (1-4), battuto oggi da Shohozan (1-4) con un kimarite che dovrebbe essere registrato come “indegnità del sumo”. Kotooshu è andato a mettere una mano a terra come un novizio Jonokuchi o Jonidan, riconfermando la degradante situazione del suo sumo.

Godetevi le immagini:

Nella parte bassa del banzuke sono sul 4-1 anche Tokushoryu, Chiyomaru e Takanoiwa..

Tornei

Grazie a Kintamayama possiamo vedere il sumo di Osaka:

)

Non ci sono sorprese, per il momento, per cui andiamo avanti con i più forti in testa alla classifica.

Tornei

La terza giornata dell’Haru Basho 2014 si chiude con il tonfo di Kakuryu ad opera di Okinoumi e la presumibile fine deille speranze di promozione per l’Ozeki mongolo.
A guidare la classifica a punteggio pieno sono in otto, a partire dal vertice fino al fondo del banzuke: Hakuho, Harumafuji, Kisenosato, Goeido, il veterano M8 Kyokutenho , l’egiziano M11 Osunaarashi, l’M14 Masunoyama e l’M15 Takanoiwa.
Siamo solo al terzo round del Torneo e non è possibile giudicare in via definitiva i rikishi, ma abbiamo già la seconda sconfitta consecutiva di Kotooshu (1-2) e lo 0-3 di Endo e Shohozan, chiamati entrambi al difficile inizio contro l’aristocrazia mongola del sumo.

Ora guardate le immagini, poi riprendiamo il commento:

https://www.youtube.com/watch?v=67Wj0lJKbjM

Appare chiaro l’errore di Kakuryu, che nel tentativo di imporre l’hatakikomi ad Okinoumi non si preoccupa di trovare una via di fuga dal bordo del tawara, rimanendo esposto all’azione di ritorno dell’avversario. Peccato, perché sarebbe bastata una piccola schivata in più per evitare la sconfitta. Forse ha considerato decisivo l’attacco e non credeva di essere in pericolo, però un errore così non doveva commetterlo. Nella sua posizione, con l’obbligo di restare indenne da sconfitte almeno fino al Nakabi, questa leggerezza inciderà in modo decisivo sulla valutazione dello YDC.

Hakuho ha tramortito Endo come di solito avviene nei keiko di riscaldamento delle scuole di sumo. Troppo divario fisico-tecnico tra i due.

Harumafuji si tiene al passo con un buon bout d’attacco, così come Kisenosato, deciso e diretto.

Buone notizie anche per Goeido, il quale si aggiudica lo scontro diretto fra Sekiwake e condanna Kotooshu ad una rincorsa più dura del previsto al k-k.

Buone le prestazioni dell’egiziano Osunaarashi e del decano Kyokutenho.

Tornei

Vincono tutti i migliori, ad eccezione di Kotoshogiku.
Endo si arrende ad Harumafuji, ma le prime giornate non prevedevano grandi speranze di affermazioni clamorose.
A voi le immagini:

)

Tornei

Nessun ripensamento, nessun segnale d’apertura nei confronti di un pubblico che sperava di continuare a vedere il sumo sul web: il Kyokai rimane sulle sue posizioni e conferma, a tre giorni dall’inizio dell’Haru Basho, il sumo pay-per-view. Speravo che i primi tepori primaverili (pochi, in realtà, ma l’Haru Basho è il Torneo di Primavera) sciogliessero i gelidi cuori degli uomini in nero, ma ciò non è avvenuto e questo importante appuntamento rischia di diventare un incubo.

Esistono molti aspetti che rendono accattivante l’Haru Basho, come il rientro di Harumafuji e la sfida di Kakuryu ai due Yokozuna conterranei, così come la curiosità di vedere Endo immediatamente impegnato con i rikishi più forti del banzuke. Inoltre, verificheremo con quale mentalità Kotooshu affronterà il suo secondo round da Sekiwake, per non dire delle sfide tra i giovani emergenti e gli esperti rikishi che stazionano in varie zone della classifica di marzo.

Mi sembra che i due temi principali siano la possibile (anche se molto difficile) promozione di Kakuryu e l’incognita sul rendimento di Endo. Entrambi vivono un momento di grande stress per la pressione che, inevitabilmente, si accentra su di loro. L’Ozeki mongolo rischia di far cadere in depressione tutto il mondo del sumo giapponese e di riaccendere le polemiche sulla dominazione straniera in terra nipponica, mentre il secondo rappresenta l’ennesima speranza di una rivincita indigena sugli usurpatori eredi di nonno Gengis. Kakuryu, in verità, non avrà un obiettivo certo da raggiungere, ma sarà giudicato solo in presenza di un eccellente ruolino di marcia.

Anche se non abbiamo i parametri del Kyokai, possiamo provare a speculare su come Kakuryu potrebbe arrivare alla tsuna. Credo che, in assoluto, con lo yusho la promozione sarebbe sicura, ma che, comunque, non possa fare meno di 14-1, e ciò sottintende una vittoria su Hakuho o Haruma, ma poi bisognerà vedere se sarà runner-up o sconfitto in un kettei-sen. Molto dipenderà dal giudizio solenne dello Yokozuna Deliberation Council, come sempre, e sappiamo bene quali insidie ed incognite si celino dietro tale istituzione.

Endo si affaccia al grande salto di qualità e si prepara al più difficile degli esordi, visto che sarà immediatamente messo a confronto con i Sanyaku. Non possiamo fare pronostici precisi, anche se abbiamo visto alcuni rikishi superare con bravura e coraggio questo ostacolo al primo tentativo. Certo, si trattava di futuri Ozeki e Yokozuna, ma nulla impedisce ad Endo di far sognare il pubblico giapponese e di affermarsi prontamente arrivando ad un kachi-koshi che lo porterebbe subito al rango di Komusubi, come minimo. Non vi nascondo che ne sarei felice, poiché ne trarrebbe vantaggio tutto il movimento del sumo e darebbe un deciso segnale di speranza ad altri giovani sekitori in cerca di affermazione.

Per concludere, il Kyokai ha stabilito il torikumi delle prime due giornate, come di consueto, e domenica si affronteranno proprio Kakuryu ed Endo, dandoci il primo brivido di questo Haru Basho.

Tornei

L’ultimo weekend di febbraio ci ha portato il nuovo banzuke e la bella novità di Endo Maegashira1, come ci si aspettava. La promozione permette al giovane rikishi della Oitekaze Beya di accedere al difficile confronto con i Sanyaku e di mostrare la sue qualità al più alto livello del sumo. Sarà un passaggio molto delicato e che richiederà la massima concentrazione, dato che il traguardo del k-k passerà necessariamente attraverso vittorie importanti.
Al fianco di Endo, con una promozione di cinque posizioni, troviamo Tamawashi, molto motivato dai riscontri di gennaio.

Toyonoshima e Shohozan sono i nuovi Komusubi ed entrambi hanno già occupato questa posizione, anche se Toyo ha più esperienza alle spalle. Shohozan, comunque, si è fatto apprezzare per la tecnica e la combattività, mostrando un sumo di buon livello.

Sale anche Tochiozan, promosso Sekiwake. Goeido e Kotooshu mantengono il loro grado. Il bulgaro ha quindi deciso di continuare la carriera e di tentare di nuovo il ritorno ad Ozeki. Goeido cerca lo spunto per una difficilissima promozione.

Aggiungo una piccola nota: sumo.it è gratis!

Tornei

Gennaio è trascorso lasciandoci un bel Torneo da commentare e la brutta faccenda delle immagini a pagamento da affrontare. Del lato sportivo, vissuto sul duello tra Hakuho e Kakuryu, abbiamo apprezzato l’emozione che un kettei-sen riesce sempre a dare, mentre sulle controverse decisioni sullo streaming del Kyokai ho avuto modo di sentire alcuni di voi e di leggere le proteste degli utenti sulla stampa giapponese, come ho anticipato in un paio di commenti.

L’unica cosa che non potremo mai conoscere, a meno di clamorose sorprese, è l’incasso conseguito dal Kyokai a seguito della tassazione dello streaming, anche se è facile immaginare che il conto in banca di Kitanoumi & Co. non sia diventato abnorme, viste le reazioni dei fans. I punti a favore di tale iniziativa sono invisibili, almeno a me, mentre sembrano oramai definite le motivazioni che hanno portato alla fatale ed impopolare decisione. Parlandone con Marco e Julien, mi sono convinto che ci sia stato un patto tra i potenti del sumo e le reti televisive giapponesi, probabilmente indotto da interessi che a noi sembrano incomprensibili. Infatti, è difficile credere che ci sia stata un’agguerrita richiesta di protezione delle posizioni commerciali delle televisioni, magari colpite da un repentino calo della pubblicità, perché ad un problema del genere si sarebbe potuto rimediare molto facilmente, dati i tempi morti disponibili durante l’Hon Basho e da poter colmare di inserzionisti. Anzi, proprio lo streaming avrebbe amplificato la diffusione dei messaggi pubblicitari, con la possibilità di coinvolgere anche nuovi potenziali clienti a livello planetario.

No, amici miei, secondo me le cose sono andate diversamente, perchè il Kyokai non è in grado di formulare idee commerciali di un certo spessore e non è guidato da soggetti all’altezza di un minimo di strategia a lungo termine (ad esempio, non credo che l’ipotesi esposta sopra sia del tutto follle, ma essi non l’hanno percorsa). A mio parere, il Kyokai ha alzato l’asticella dei diritti televisivi ed ha provocato una reazione delle televisioni locali sulla trasmissione in streaming, giungendo alla sepoltura dellle immagini gratis in diretta. Così facendo, il Kyokai ha giustificato il rilancio sui diritti tv ed ha dimostrato ai propri interlocutori di proteggere i loro interessi.

Attendo le vostre opinioni sull’argomento, come sempre, per un ulteriore confronto e, soprattutto, per capire il grado di insanità delle mie speculazioni.

Tornei

Grande trionfo di Hakuho nel primo Torneo del 2014 e 28° yusho nel salotto di casa. Lo Yokozuna mira decisamente ad abbattere il record assoluto di vittorie e potrebbe riuscirci entro quest’anno, se Harumafuji e Kakuryu non lo ostacoleranno nel suo cammino verso la leggenda.
Harumafuji è rimasto fuori dall’Hatsu Basho per un infortunio, ma rientrerà certamente ad Osaka per marzo, quando troveremo anche una novità che mancava proprio dalla promozione dell’ultimo Yokozuna mongolo. Dopo la superlativa prova di Tokyo, infatti, l’Ozeki Kakuryu sarà monitorato con attenzione dagli organi decisionali del sumo per una possibilità di promozione a Yokozuna. Appare chiaro che a Kakuryu non basterà un punteggio valido e qualche prestazione rimarchevole, ma dovrà vincere lo yusho oppure arrivare al playoff con uno dei due Yokozuna in carica, magari battendone almeno uno nel corso del Torneo.
Sono ipotesi del tutto personali, dato che non vi è stato un vero e proprio pronunciamento in questo senso e non sono stai forniti parametri di valutazione precisi, però Kakuryu l’occasione l’avrà e sarà poi il massimo organo di valutazione ad esprimersi al riguardo.
La notizia di questa possibile promozione aumenterà l’attesa per l’Haru Basho di Osaka e farà certamente presa sul pubblico, creando grandi aspettative per un epico scontro tra rikishi della Mongolia.

Tornei

Hatsu Basho 2014

Due lottatori si contendono il torneo: Hakuho e Kakuryu.
Hakuho ha il massimo grado, lo Yokozuna, quello a cui tutti ambiscono.
Kakuryu, pur non avendo già vinto un torneo, potrebbe diventarlo anche lui, ma deve battere Hakuho ben due volte.
La prima per arrivare allo spareggio (sarebbero infatti entrambi a 14 incontri vinti su 15) e la seconda per vincere il torneo e lanciarsi nel prossimo alla ricerca della promozione.

Vuoi sapere come è finita ? Leggi il commento dell’ultima giornata dell’Hatsu Basho

Hatsu Basho 2014 Sumo Outlook